Subscribe
Share
Search
top

Studio Futuroma

Arriva Gita, il robot che vi porta la valigia

Sviluppato da un laboratorio del gruppo Piaggio, Gita è un personal robot che vi segue dappertutto trasportando piccoli carichi: dalla spesa alla cartella, ma anche tutto il necessario per una grigliata con gli amici. 

Stanchi di trascinarvi la spesa dal supermercato a casa? Non ne potete più di andare a scuola con quintali di libri e quaderni nello zaino? La soluzione ai vostri problemi si chiama Gita e l’ha trovata la Piaggio, sì proprio quella della Vespa.

Gita è una via di mezzo tra un trolley, un carrello e un robot: dotata di motore elettrico e di diversi sensori è in grado di muoversi in completa autonomia seguendo il proprietario con la stessa agilità di un essere umano.

Alta 66 cm, può trasportare carichi fino a 20 kg e raggiunge la rispettabile velocità di 35 km/h, più che sufficienti per riuscire a seguirvi anche se siete in bicicletta.

Cuore tecnologico di Gita è il suo sistema di navigazione: il robot è infatti in grado di creare un modello 3D dell’ambiente in cui si muove grazie alle immagini catturate da una speciale fotocamera posizionata nella cintura del proprietario.

PICCOLA E AUTONOMA. Ma Gita non ha per forza bisogno di voi: è infatti in grado di muoversi da sola da un punto all’altro evitando ostacoli imprevisti, a patto di trovarsi un ambiente che ha già mappato in precedenza.

Gita è l’ultima idea uscita dai laboratori di Piaggio Fast Forward, un acceleratore tecnologico nato del 2015 all’interno del gruppo di Pontedera con l’obiettivo di semplificare, grazie all’innovazione, il trasporto urbano di persone e merci.

«Pensate a quanto sarebbe più facile spostarsi da un punto all’altro della città senza l’ingombro dei bagagli» ha spiegato alla stampa Jeffrey Schnapp, l’Amministratore Delegato di Piaggio FF.

NOVITÀ? Gita non è l’unico esempio di robot semovente in grado di aiutare a trasportare pesi e cose. Un azienda israeliana ha già realizzato un primo prototipo di trolley autonomo che segue il proprietario. Al momento, però, non è ancora in produzione.

Sempre in Toscana, dove ha sede la Piaggio, l’istituto Sant’Anna di Pisa ha sperimentato DustBot, un robot per la raccolta differenziata nei borghi medioevali. La sperimentazione si è conclusa con successo nel 2009 e – forse – da quell’esperienza la Piaggio potrebbe essersi ispirata.

FONTE: Focus.it

Post a Comment