fbpx

Manhattan sogna una Green Line

Piste ciclabili, vialetti per camminare e correre, parchi giochi. In un’utopia senza automobili, ecco un progetto che immagina di convertire Broadway in un parco lineare lungo 13 miglia. Pedonale come Las Ramblas a Barcellona, ma più verde

Una famosa canzone ci ricorda che le luci al neon risplendono su Broadway, “the neon lights are bright on Broadway”, ma grazie alla lungimiranza di Jung Hyun Woo, candidato a un dottorato di ricerca alla Harvard Graduate School of Design (GSD), e Jonathan Cohn, uno degli associate principal dello studio newyorchese Perkins Eastman Architects, Broadway potrebbe diventare più eccitante, ecologica e pedonale che mai.

I due co-docenti del GSD propongono infatti un futuro altamente realizzabile e non troppo lontano nel tempo, un futuro in cui il tratto dei famosi 21 chilometri, o 13 miglia, che va da Columbus Circle (59ma strada) in diagonale verso sudest fino alla 14ma, verrebbe trasformato in un’utopia senza automobili. Immaginate tanto rigoglioso spazio verde circondato da piste ciclabili, vialetti per camminare e fare jogging, percorsi a tappe, parchi giochi, aree per i cani ed elementi urbani/paesaggistici per sedersi, riunirsi e stabilire un rapporto con il quartiere.

Si potrebbe rimanere perplessi all’idea di una Broadway senza veicoli, una strada che da tanto tempo riluce anche grazie ai paraurti cromati dei taxi giallo brillante che riflettono il milione di luminarie (oggi video!) di Times Square. Il team di progettisti fa però presente che il segmento diagonale di 3,2 chilometri / 2,7 miglia da loro immaginato, rappresenta una ridondanza derivante dalla storia stessa di questa strada, quando era ancora un sentiero su un crinale prima di trasformarsi nella prima via di comunicazione terrestre verso nord della città. In effetti persino per il newyorchese più appassionato diventa evidente che la porzione diagonale di B’way non avrebbe il minimo impatto sul flusso del traffico di New York. Inoltre alcune sezioni di questo tratto di asfalto conosciuto in tutto il mondo sono già a senso unico, con una metà (dalla linea centrale al bordo), destinata all’uso da parte di ciclisti e pedoni. Gli amanti di Times Square non devono preoccuparsi perché Broadway è già parzialmente pedonale e non sarebbe certo meno spettacolare senza automobili. Il momento è più che mai favorevole per questa mossa audace volta a trasformare Broadway nella Green Line. Molte grandi metropoli in tutto il mondo stanno limitando il flusso del traffico nel loro centro e riconoscono i vantaggi del successo riscosso dalle zone riservate ai pedoni. Las Ramblas a Barcellona sono il primo paradigna che balza alla mente quando si parla di aree pedonali cittadine. Se Broadway verrà trasformata nella Green Line, sarà anch’essa ai primi posti della classifica.

FONTE: abitare

Author avatar
Studio Futuroma

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

We use cookies to give you the best experience.