fbpx

Come migliorare la seo con i link interni

La SEO, in inglese Search Engine Optimization, è il processo di ottimizzazione dei siti web utile ad aumentare la visibilità e posizionarsi in alto nei risultati di ricerca organici e quindi, non a pagamento.

A cosa servono i link interni?

I link interni sono una parte fondamentale della strategia SEO e della struttura del sito. Svolgono infatti un importante funzione in quanto comunicano l’architettura del sito ai motori di ricerca.

I link interni sono dei collegamenti ipertestuali che consentono di passare da una pagina web all’altra all’interno del sito stesso. Permettono inoltre di avere una visione d’insieme della pagina web, offrendo la possibilità di passare da un contenuto più generico all’interno del sito ad uno più specifico sempre presente nel sito web attraverso una parola o una frase che nasconde il link anche detto anchor text.

Cos’è un anchor text?

Si tratta di una parola chiave o una frase a cui viene aggiunto un link ipertestuale. Gli anchor text sono importanti all’interno di una strategia SEO in quanto vengono utilizzati dal motore di ricerca per individuare l’argomento della pagina web linkata.

Gli anchor text di maggior valore sono quelli che favoriscono un approfondimento del contenuto restando comunque ben integrati e coerenti nel contesto della pagina web iniziale; dovrebbero dunque descrivere in modo appropriato la pagina web di atterraggio ed essere costituiti da una parola o una frase in grado di persuadere il lettore ad approfondire il contenuto e dunque a cliccare sul link. 

Come inserire un link interno?

Inserire link interni è pertanto fondamentale per una buona ottimizzazione SEO del proprio sito web direttamente on-page.

Dal punto di vista pratico per inserire un link in un articolo o una menzione su un blog, attraverso CMS come l’editor WordPress, è possibile compiere i seguenti passi:

  • Selezionare il testo di interesse
  • Cliccare sull’ icona a forma di catena
  • Scrivere la parola o la frase chiave all’interno del campo
  • Aggiungere l’URL di destinazione del link interno
  • Cliccare sulla freccia e confermare il link

In questo modo avrai creato un percorso di internal linking su WordPress.

Quindi come posso aggiungere un link ad un sito web?

Oltre all’Editor WordPress esistono ovviamente altri modi per inserire link interni, nel dettaglio:

Plugin link interni WordPress

Una soluzione possibile è quella di utilizzare i Plugin link interni su WordPress, in quanto con questi è possibile automatizzare l’inserimento dei link interni ogni volta che si scrive una parola o una frase e questa viene riconosciuta come anchor text.

Link nel footer

Il footer è un’altra area dove spesso vengono inseriti i link interni, ad esempio attraverso i widget per gestire le sezioni secondarie di navigazione. È importante però non eccedere in quanto il footer dovrebbe essere utilizzato per la privacy policy, cookie policy ed altre pagine di servizio piuttosto che per l’internal linking.

Link nel menu di navigazione

I link interni possono essere inseriti anche nel menu di navigazione attraverso l’header, la sezione superiore del sito web, dove si trova il menu di navigazione. Inserire i link nel menu di navigazione offre infatti massima visibilità alla risorsa collegata aggiungendo pagine al menu WordPress e prendendo i link da varie risorse ponendo sempre attenzione al testo usato nelle etichette di navigazione che dovrà essere chiaro ed immediato.

Link nel Blogroll e sidebar 

Infine, un’altra soluzione per aggiungere dei link interni all’interno di un sito web, è quella di usare la barra laterale “sidebar” per aggiungere i collegamenti ipertestuali che possono portare traffico verso le risorse selezionate. È importante utilizzare i widget dedicati a questo in modo mirato e selezionato per inserire link e immagini particolarmente contestualizzate.

Cosa sono i link esterni?

I link esterni in uscita sono dei collegamenti ipertestuali presenti in una pagina web che puntano a pagine web e risorse presenti in altri siti web e nomi di dominio. I link esterni sono anche conosciuti come “outbound link” e un comune esempio sono i link ai profili social di un’attività.

I link esterni sono chiaramente parte della strategia SEO in quanto sono uno dei principali fattori per cui i motori di ricerca danno rilevanza o meno ad una pagina web riguardo la sua coerenza ed inerenza rispetto una determinata keyword.

Tipi di link esterni

I link esterni possono essere di due tipi:

  • Deep link, quando il link punta ad una pagina interna di un altro sito web
  • Surface link, quando il link punta alla home page di un altro sito web.

Vuoi pianificare una strategia SEO per il sito della tua attività?

Contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Author avatar
Studio Futuroma